You are currently viewing Perchè incrementare la velocità del sito riduce i costi pubblicitari?

Perchè incrementare la velocità del sito riduce i costi pubblicitari?

In uno dei miei precedenti articoli ho parlato dei 10 metodi per incrementare il Tasso di conversione del tuo eCommerce.

Il primo punto, quello più importante, a mio avviso, consisteva nell’incrementare la velocità del sito web.

Perchè è così importante incrementare la velocità del sito?

Supponiamo che il tuo budget pubblicitario online sia di 10 milioni di euro e che il caricamento del tuo sito richieda almeno tre secondi: potresti aver sprecato 5,3 milioni per motivi di cui parleremo a breve.

In altre parole, potresti pensare che la velocità del tuo sito sia un problema IT. Ma può essere anche un problema di marketing. Nessuna quantità di pubblicità o contenuto può superare l’impazienza di un utente e, dopo tre secondi, il 53% dei potenziali clienti rinuncia e abbandona il sito. È ora di iniziare a considerare le prestazioni della pagina come un vantaggio di marketing, non come un problema IT.

L’e-commerce è cambiato radicalmente negli ultimi 18 mesi a livello globale. Anche la sensibilità e il comportamento dei consumatori nei confronti dello shopping si sono trasformati. Molti di noi stanno acquistando più online che di persona, e questo ha cambiato le nostre aspettative per la nostra esperienza utente di e-commerce. Questo ha anche cambiato le regole del gioco per le attività che visitiamo online, ognuna delle quali chiede a gran voce di guadagnare e mantenere il nostro interesse, lealtà e fiducia.

Questi cambiamenti hanno esercitato un’enorme pressione sulle aziende di e-commerce per garantire loro una migliore presenza online e un’infrastruttura solida, il cui volto è reso noto al pubblico nel sito Web di un’organizzazione e nelle prestazioni di quel sito. Nel primo mondo online di oggi, il tuo negozio online è la tua presentazione diretta ai consumatori.

Scopri quindi come le prestazioni del sito siano fondamentali per un business online, dall’attrazione e dal coinvolgimento alla fidelizzazione e, soprattutto, alla conversione dei clienti

Che valore ha il tasso di rimbalzo sul tuo sito?

La prima domanda da porsi è: chi sono gli utenti di rimbalzo?

Un utente di rimbalzo è un utente la cui durata della sessione (in altre parole, per quanto tempo ha interagito con il sito) è inferiore a un secondo. Questi sono clienti che probabilmente non hanno nemmeno aspettato il caricamento del tuo sito. Nessuno arriva al sito gratuitamente: paghiamo con soldi effettivi (pubblicità) o tempo (contenuti). Un utente che rimbalza sul sito Web è sia un’opportunità persa che un clic costoso.

In che modo ciò influisce sul budget pubblicitario?

Quei 10 milioni di euro che hai speso per pubblicizzare e portare più utenti al tuo sito?

La metà di questi utenti non ha nemmeno aspettato che si caricasse . Quindi, stai portando tutte queste persone sul tuo sito e metà di loro se ne sta andando perché la pagina non si carica completamente prima che se ne vadano. Detto in altro modo, aumentare le prestazioni del tuo sito potrebbe avere lo stesso impatto netto (o più) del raddoppio della tua spesa pubblicitaria (ad un costo di una frazione del prezzo).

Quanti utenti effettivamente effettuano una conversione sul tuo sito?

Il lavoro del team di marketing non è solo quello di portare traffico, ma di convertire quel traffico in clienti. Con gli studi che continuano a dimostrare che le prestazioni del sito sono la metrica fondamentale per aumentare il tasso di conversione, è tempo di esaminare attentamente l’impatto che la velocità del tuo sito ha sui tuoi sforzi di marketing. D’altra parte, se il tuo sito esegue il rendering in 100 millisecondi, ma nessuno ci va, non importa. Il performance marketing consiste nel bilanciare la velocità del tuo sito con la profondità dell’esperienza. 

Come migliorare la velocità del tuo sito web

Come membro del team di marketing, potresti pensare che ci sia poco da fare per velocizzare il sito: dopotutto, questo è un lavoro per sviluppatori e compagni di team IT, giusto? Sbagliato. C’è una miriade di hit semplici e veloci che possono aiutare a velocizzare le esperienze dei tuoi clienti senza bisogno di sviluppatori! 

Un ottimo punto di partenza: dai un’occhiata al tuo gestore di tag. I tag manager aiutano i team di marketing ad aggiungere dati di tracciamento e retargeting al sito senza richiedere sviluppatori. Ma i tag manager ci consentono anche di modificare l’ordine e di caricare in ritardo (ad esempio, lasciare che la pagina venga mostrata prima, quindi caricare tutte le risorse in un secondo momento nell’esperienza) i nostri preziosi script di monitoraggio e spesso penalizzanti per le prestazioni. 

Una vittoria facile è spostare tutti i tuoi tag dall’attivazione del trigger “visualizzazione pagina” (non appena il cliente visita la pagina) al trigger “finestra caricata” (che si verifica una volta che la pagina è pronta). Tag come Google Analytics, LinkedIn e la maggior parte dei tag di retargeting e di monitoraggio delle e-mail possono essere caricati in sicurezza dopo che la pagina è pronta. (Disclosure: la mia azienda è un partner di Google Cloud.) Questo semplice atto di ritardare queste risorse di terze parti può fornire un aumento delle prestazioni del 20%-30% .

Mentre sei nel gestore dei tag, è anche un’ottima pratica rivedere e controllare ogni tag. I tag di monitoraggio (Heap Analytics, Rakuten, LinkedIn, ecc.) hanno tutti un costo in termini di prestazioni. È importante esaminare ogni tag e vedere se è davvero necessario. Per i tag analitici (in particolare i tag che generano mappe di calore!), il campionamento può essere un’enorme vittoria. 

Hai davvero bisogno di acquisire le heatmaps per i clic di ogni utente?

O sarebbe sufficiente una frequenza di campionamento del 10%?

Un rapido controllo ogni mese può aiutarti a ridurre al minimo l’impatto sulle prestazioni e a mantenere i dati dei tuoi clienti nelle mani solo delle terze parti più preziose.

È tutta una questione di performance marketing.

La velocità è un potenziatore; migliora ogni metrica di marketing. Sappiamo tutti che i siti più veloci portano a tassi di conversione più elevati, valori di checkout più elevati e un ROI più efficace per i nostri investimenti pubblicitari. È tempo di pensare alle prestazioni come una componente critica del budget di marketing e smettere di buttare soldi in esperienze negative degli utenti.

Lascia un commento